GreenLab tra le 28 start up vincitrici del secondo bando INCENSe

GreenLab al convegno Qualità del servizio elettrico e impianti industriali
11 febbraio 2016

GreenLab tra le 28 start up vincitrici del secondo bando INCENSe

Sei giovani aziende italiane e una spagnola entrano nel laboratorio d’impresa per la Clean Technology creato da Enel; una in più rispetto a quanto previsto.

Le 7 start up che oggi sono state proclamate vincitrici del progetto Enel Lab sono: Atea (La Spezia), per le turbine eoliche ad asse verticale capace di produrre energia grazie allo spostamento d’aria generato dai veicoli in transito; l’italiana Athonet (Trieste–Vicenza), per la creazione di una rete di traffico dati dedicata alle smart grid; l’italiana Calbatt (Rende-CS), per lo sviluppo di una tecnologia che permette di ottimizzare il ciclo di ricarica delle batterie; l’italiana Green Lab Engineering, per la soluzione che permette la gestione proattiva della rete a bassa tensione; l’italiana i-EM, per il sistema di simulazione e supporto alle decisioni per l’energy management; la spagnola Mirubee (Madrid–Barcellona), per il sistema di monitoraggio dei consumi domestici; l’italiana Smart-I (Roma), per il sistema di gestione che migliora l’efficienza e il controllo dell’illuminazione pubblica.

“Per promuovere lo sviluppo economico e sociale occorre ripartire dall’economia reale – ha detto l’Amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti – ed è per questa ragione che vogliamo dare slancio alle nuove idee. Innovazione e spirito imprenditoriale possono dare un contributo importante in termine di ricadute occupazionali ed economiche, soprattutto in un momento di congiuntura come quello attuale.